срочный займ онлайн на карту в Украине

Santa Maria ha detto a GMA che Lucas sta facendo grandi progressi e che la loro famiglia si sente estremamente fortunata ad averlo nella loro vita.

Santa Maria ha detto a GMA che Lucas sta facendo grandi progressi e che la loro famiglia si sente estremamente fortunata ad averlo nella loro vita.

CORRELATI: Come prevenire un coagulo di sangue Il cantante di RB è stato portato d’urgenza in ospedale durante una prova generale per l’episodio di lunedì con quella che si credeva fosse polmonite e spossatezza. Ma Braxton ha rivelato nel suo post che la fonte dei suoi sintomi era in realtà una raccolta di «» diversi «» coaguli di sangue, noti anche come embolie polmonari, in entrambi i polmoni. L’embolia polmonare, che può essere pericolosa per la vita, spesso inizia come un coagulo di sangue nelle vene profonde delle gambe o in altre parti del corpo (nota come trombosi venosa profonda). Dopo la formazione nella gamba, questi coaguli possono staccarsi e viaggiare ai polmoni. I sintomi più comuni dell’embolia polmonare sono dolore toracico, mancanza di respiro e tosse, ma possono variare notevolmente a seconda delle dimensioni del coagulo e della salute generale. Altri segni includono febbre, sudorazione eccessiva, vertigini e battito cardiaco accelerato. Il dolore o il gonfiore inspiegabile alla gamba è un segno che si è formato un coagulo di sangue e potrebbe successivamente diventare un’embolia polmonare. CORRELATI: 16 peggiori errori di controllo delle nascite Nel suo post, Braxton ha ringraziato il suo «boo» Chmerkovskiy «per essere al di là di un amico, fratello e il MIGLIOR partner MAI», durante questo periodo difficile, mentre ha anche gridato ai suoi fan di consulenza. «Prendetevi cura di voi stessi … vi amo e vi ringrazio TUTTI per il vostro sostegno.» «La professionista della danza Sharna Burgess ha detto a People che Braxton si era» «ammalato sempre di più per tutta la settimana» «ma stava» «combattendo così difficile perché voleva essere qui. «» L’embolia polmonare è molto pericolosa: un coagulo molto grande può portare alla morte improvvisa, e anche coaguli più piccoli, se non affrontati, possono causare complicazioni come la morte del tessuto polmonare.

La buona notizia è che un trattamento tempestivo con anticoagulanti o un intervento chirurgico per rimuovere il coagulo (se necessario), riduce notevolmente le possibilità di problemi gravi. CORRELATO: 14 cose che i medici del cuore dicono ai loro amici «» https://www.health.com/condition/rare-disorders/baby-born-with-brain-outside-of-skull-exencephaly200OK Una famiglia del New Jersey a cui è stato detto il figlio non sarebbe sopravvissuto alla nascita passata e ora festeggia il loro bambino miracoloso di sette mesi. Durante la sua ecografia di 10 settimane, al figlio non ancora nato di Maria Santa Maria, Lucas, è stato diagnosticato un raro difetto che lo avrebbe portato alla nascita con il cervello al di fuori del cranio, una condizione nota come esencefalia.reduslim amazon Si crede che sia il primo bambino nato con la condizione per sopravvivere. La stazione di notizie locale ABC 7 New York riferisce che il medico di Santa Maria le ha detto che anche se Lucas fosse nato, non sarebbe sopravvissuto per più di poche ore. Questo perché l’esencefalia, una rara malformazione in cui il cranio non si forma completamente, lasciando una «» grande massa disorganizzata di tessuto cerebrale «», secondo una lettera all’editore scritta da medici del Siddhartha Medical College in India che è stata pubblicata in gli Stati Uniti

Journal of Pediatric Neurosciences della National Library of Medicine. A Santa Maria fu detto che avrebbe dovuto abortire. «» Non è quello che volevo fare, «» ha detto. Sapeva di voler portare Lucas a termine e in seguito lo ha consegnato all’Hackensack University Medical Center nel New Jersey. I medici sono rimasti sbalorditi dal fatto che sia sopravvissuto alla nascita. Tuttavia, Santa Maria ha preparato se stessa e la sua famiglia a ciò che i medici avevano avvertito: che alla fine non sarebbe sopravvissuto. Santa Maria ha detto a Good Morning America che ha organizzato il funerale e ha anche chiesto a uno specialista della vita infantile di preparare le sue figlie Sophia, 8, Nia, 7 e Giana, 3, nel caso in cui Lucas non ce l’avesse fatta. CORRELATO: Foto sbalorditive catturano la rara nascita di un bambino ancora all’interno del sacco amniotico ABC 7 New York Ma quando i medici hanno visto che Lucas era in buona salute, hanno eseguito un intervento chirurgico salvavita quattro giorni dopo la sua nascita. Il dottor Tim Vogel, capo della neurochirurgia pediatrica presso il North Jersey Brain and Spine Center, ha detto al GMA che l’intervento di Lucas prevedeva la rimozione di tessuto cerebrale anormale per evitare che danneggiasse l’area di funzionamento del suo cervello. Il dottor Vogel ha detto a Fox News che dall’intervento, l’osso ha iniziato a formare uno strato protettivo attorno al cervello di Lucas e che il cuoio capelluto ha iniziato a crescere su di esso, completo di capelli.

Ha aggiunto che le operazioni future comporteranno la presa dell’osso che sta attualmente crescendo e la modellatura attorno ad altre aree che mancano. In seguito inizieranno a pensare a obiettivi estetici, concentrandosi sulla parte superiore del suo cranio. Per quanto riguarda il neurosviluppo di Lucas, il dottor Vogel ha detto che è sulla stessa strada di un bambino della sua età normalmente. Lucas può alzare la testa e ha già iniziato a gattonare, qualcosa che i bambini imparano in genere tra i sei ei 10 mesi di età. Santa Maria ha detto a GMA che Lucas sta facendo grandi progressi e che la loro famiglia si sente estremamente fortunata ad averlo nella loro vita. «» Non mi vedo senza Lucas «» ha detto. «» A volte ci sono miracoli. Volevamo incontrare il nostro bambino … per noi è una benedizione ogni giorno. «» Il dottor Vogel ha detto a Fox News che spera che altre famiglie che devono affrontare una diagnosi difficile possano trovare ispirazione nella storia di Lucas. «» È una tale differenza giorno e notte da quello che hanno detto alla famiglia che sarebbe successo — è semplicemente fantastico da vedere, lo è davvero «», ha detto. CORRELATO: Un neonato strisciato fuori dal grembo materno in questo video virale di un «» cesareo delicato «» «» https://www.health.com/fitness/flyby-fitness-fhitting-room-video200OK Adoro HIIT (allenamento a intervalli ad alta intensità), probabilmente perché sono davvero bravo. A parte il sollevamento di pesi pesanti (ad esempio il lavoro con il bilanciere), è qui che eccello davvero. Seriamente, quella sensazione di scavare in profondità e dare ogni grammo che hai mentre lotti per superare un allenamento estenuante mi attrae davvero. Detto questo, non trovo le lezioni HIIT facili in alcun modo, soprattutto quando non ne prendo una da pochi mesi.

Tuttavia, Fhitting Room si è rivelato un degno avversario. Ecco cosa devi sapere su questo allenamento HIIT da studio boutique. Nozioni di base HIIT: HIIT è tutto basato su esplosioni rapide e intense di esercizio seguite da periodi di recupero brevi, a volte attivi. È una delle modalità di allenamento più popolari (e la numero tre nelle principali tendenze di fitness 2019 dell’American College of Sports Medicine). Cosa attira le persone ad esso? I partecipanti lavorano meno a un’intensità maggiore e ciò si traduce in una maggiore ustione. È anche accessibile: puoi letteralmente farlo ovunque e in qualsiasi momento, in un corso di gruppo o da solo. Inoltre, l’HIIT produce un effetto post-bruciore o un consumo eccessivo di ossigeno post-esercizio (EPOC). Questo aumenta il consumo di calorie anche dopo la fine dell’allenamento.

CORRELATO: L’allenamento HIIT che Anna Kaiser giura su quello che dice la stanza dei fatti: ho seguito la lezione di 50 minuti Signature FHIX, che la palestra dice «combina movimenti funzionali, intervalli ad alta intensità, allenamento della forza, esercizi vari, e una concentrazione su tutto il corpo per prometterti un allenamento che è un gradino sopra gli altri. » Cosa ho ottenuto: una classe HIIT ad alta energia che non ha deluso. Mi è piaciuta la struttura: l’allenamento è stato suddiviso in un chiaro riscaldamento, un circuito cardio, una sezione di forza, e poi il famigerato FHIX dello studio, che è fondamentalmente un finisher metabolico o un’intensa spinta da 2 a 10 minuti al la fine del tuo allenamento significava svuotare davvero il tuo serbatoio. Mi è piaciuto anche il fatto che non mi annoio mai grazie agli esercizi in continua evoluzione (burpees, pulizie alternate con kettlebell, flessioni, canottaggio, ecc.). Fhitting Room ottiene più punti bonus per la dimostrazione di ogni esercizio in ogni segmento prima che i partecipanti lo eseguano, così come per avere due istruttori che insegnano alla classe e guidano ogni partecipante attraverso le mosse. CORRELATO: Questo circuito HIIT di 10 minuti aumenterà l’umore e la frequenza cardiaca Sì, è per te: se ti piacciono le lezioni intense che ti fanno gocciolare il sudore, ti spingono oltre la tua zona di comfort e offrono varietà in termini di modalità e mosse , ti piacerà questo allenamento. Dovresti superare: questa lezione è super veloce, quindi se sei tremante nella tua forma o sei un principiante nell’esercizio, potresti voler stare alla larga finché non riesci a definire la forma di base, anche se gli istruttori danno una ripartizione dettagliata di come eseguire ogni mossa prima di eseguirli. Se non lavori bene con gli altri, ti viene voglia di riconsiderare questo corso, poiché a volte devi collaborare per completare un elemento di allenamento specifico. — Rozalynn S. Frazier Per ricevere le nostre storie migliori nella tua casella di posta, iscriviti alla newsletter Healthy Living «» https://www.health.com/mind-body/easy-meditation-tips200OK La meditazione potrebbe essere la più grande auto- tendenza di cura sin dallo yoga e per una buona ragione: è stato dimostrato che aiuta in tutto, dall’alleviare l’ansia al miglioramento della tua vita sessuale. Il problema è che la meditazione non è così semplice come sembra e non è facile per tutti. Se hai provato (e provato e provato) a meditare inutilmente, non sei solo. Qui, Elisha Goldstein, PhD, co-fondatore del Center for Mindful Living a Los Angeles ed esperto di Meditation Studio, risolve i problemi di meditazione più comuni in modo che tu possa finalmente trovare il tuo Zen.

Gambe incrociate, occhi chiusi, corpo rilassato: sei pronto per una sessione di meditazione. C’è solo un problema: non riesci a smettere di pensare a tutte quelle commissioni sulla tua lista di cose da fare, a quella lite che hai appena avuto con tua sorella o a cosa preparerai per cena. Suona familiare? Per quanto ci provi, a volte è assolutamente impossibile svuotare completamente le nostre menti. «È facile sentirsi frustrati perché abbiamo certe aspettative su come dovrebbe essere la meditazione», dice Goldstein. «C’è questo malinteso secondo cui la meditazione dovrebbe essere concentrazione. Ma non lo è.» Se hai problemi a rimanere concentrato, Goldstein suggerisce di provare la meditazione consapevole. Con questo tipo di meditazione, l’obiettivo non è quello di liberare completamente la mente da tutti i pensieri; invece, è essere pienamente consapevoli dei tuoi pensieri e dell’ambiente circostante nel momento presente. «Se la tua mente vaga, va benissimo, renditi conto che la tua mente sta andando fuori di testa e sii consapevole di questo», dice Goldstein. Ancora più importante, sottolinea: «Va perfettamente bene essere imperfetti su questa pratica». CORRELATI: Una meditazione per ridurre lo stress Molte persone si sentono irrequiete quando cercano di meditare. Solo perché fai fatica a stare fermo, però, Goldstein dice che non dovresti presumere che la meditazione non sia per te. «L’unico modo in cui possiamo essere più a nostro agio e in pace con la nostra vita è imparare come affrontare questa irrequietezza in modo diverso e imparare a risolverla», dice. Prova diversi tipi di meditazione. La tua irrequietezza può essere adatta per una meditazione camminata, in cui ti concentri sul rimanere mentalmente presente mentre muovi il tuo corpo. Quando immagini qualcuno che medita, potresti immaginarlo seduto a gambe incrociate sul pavimento.

Potrebbe essere la posizione ideale per alcuni, ma alla fine, devi solo entrare in una posizione comoda che ti permetta di rilassarti e respirare, sia che tu sia seduto su un cuscino di mediazione o una sedia, o anche sdraiato, dice Goldstein. Fai alcuni respiri profondi e cerca davvero di ammorbidire i muscoli. L’obiettivo principale: «Vieni in un posto in cui ti stai sistemando e ti prendi il tempo per te», dice Goldstein. Chiediti: se non ho intenzione di prendermi cura di me stesso, chi lo farà? Proprio come l’allenamento, dedicare del tempo a questa pratica di auto-cura può fare un mondo di bene per il tuo corpo. Gli studi hanno dimostrato che la mediazione può affinare la memoria, alleviare il dolore cronico, ridurre la depressione e l’ansia, migliorare il sonno e altro ancora. «Ha a che fare con l’impegno con noi stessi», afferma Goldstein. Inoltre, la meditazione non deve durare per ore e ore. Puoi iniziare con un minimo di tre minuti al giorno, dice Goldstein, e passare a una pratica più lunga in seguito.

Assicurati solo di renderlo una parte non negoziabile della tua giornata. CORRELATI: 7 modi per ritagliarsi il tempo per meditare Così finalmente hai trovato il tempo per meditare e due minuti dentro sei fuori come una luce. Anche se addormentarsi a metà allenamento non è l’obiettivo, non è necessariamente una cosa negativa. «Io prescrivo la meditazione per andare a letto tutto il tempo, è un’ottima cosa per aiutare ad abbassare il volume della tua mente», dice Goldstein. Per farlo intenzionalmente, sdraiati sul letto, gioca una meditazione guidata e lasciati trasportare nel mondo dei sogni. «L’obiettivo è ovviamente quello di essere sveglio», dice. «Ma se tutto ciò per cui hai tempo è una meditazione mentre ti addormenti, va benissimo.» Se sei incline alla sonnolenza, ma sei determinato a rimanere sveglio per un’intera sessione, Goldstein suggerisce di scegliere un momento della giornata in cui tendi ad essere meno stanco o di fare un po ‘di stretching prima di iniziare la pratica. «Questo aiuta con l’energia e promuove una migliore meditazione.» CORRELATO: Una meditazione del sonno per una notte riposante Quindi hai cercato di rendere la meditazione una priorità per alcuni giorni, ma poi hai abbandonato completamente l’abitudine. Ciò non significa che non dovresti riprendere la pratica. «C’è questa frase che mi piace molto usare: perdona, indaga e invita», dice Goldstein. Per prima cosa, perdona te stesso per aver saltato alcune sessioni.

Quindi, consiglia Godstein, chiediti cosa ti ha ostacolato. Hai dimenticato di pianificare la tua giornata? È successo qualcosa di inaspettato? Non importa il motivo, Goldstein dice che è semplicemente importante identificare l’ostacolo e poi invitare te stesso a riprovare. «Se lo fai da solo, interrompendo e ricominciando la pratica più e più volte nella tua vita, diventerai un maestro della meditazione. CORRELATO: bloccato su un problema? Lascia che la tua mente vaghi C’è spesso una paura di fondo alla base di questa esitazione, dice Goldstein. Metti in dubbio la tua insicurezza e lavora invece con essa. «La vulnerabilità è spesso in cui impariamo a fidarci di noi stessi» «, afferma Goldstein. «» https://www.health.com/condition/depression/suicide-postvention200OK C’è una stima comune secondo cui ogni suicidio lascia sei sopravvissuti che sono i più colpiti dalla morte.

Da non confondere con i sopravvissuti al tentativo di suicidio, che hanno agito per porre fine alla propria vita, i sopravvissuti al suicidio o i sopravvissuti al suicidio sono amici o familiari di qualcuno che è morto per suicidio. Secondo gli ultimi calcoli, sei è una stima troppo bassa; Si pensa che 115 vengano smascherati ogni volta che si verifica un suicidio. I sopravvissuti alla perdita di suicidio corrono essi stessi un rischio maggiore di malattie mentali e suicidio in futuro. Uno studio ha rilevato che le persone che conoscevano qualcuno che è morto per suicidio nell’anno precedente avevano 1,6 volte più probabilità di avere pensieri suicidi, 2,9 volte più probabilità di fare un piano di suicidio e 3,7 volte più probabilità di fare un tentativo di suicidio rispetto alle persone che lo hanno fatto non conosco qualcuno che è morto suicida. I membri della famiglia possono essere geneticamente predisposti al suicidio, mentre amici e coetanei possono essere influenzati dal comportamento di una persona morta per suicidio o sconvolti dalla «distruzione emotiva che il suicidio lascia sulla sua scia», afferma John R. Jordan, PhD, a psicologo clinico a Pawtucket, Rhode Island, e autore di numerosi libri e articoli sul lutto dopo il suicidio. Per affrontare questo aumento del rischio, gli esperti nel campo del suicidio praticano qualcosa chiamato postvention al suicidio. «[Lo psicologo clinico] Edwin Shneidman ha coniato il termine per indicare ciò che facciamo dopo che si è verificato un suicidio per aiutare le persone sopravvissute a una perdita e contribuire a ridurre il rischio di suicidio», dice Jordan.

Яндекс.Метрика